Crea sito

La Tana dell'Orso

La Tana dell'Orso
Cose Sparse ma anche Foto per l’anima e Waypoint per G.P.S.
iscriviti su amazon prime gratis


6 marzo, 2017


Circa dieci anni fa il mio vecchio blog viaggiava alto nelle serp di google.
Sembrava un sogno ma... non tutto va sempre come vorresti
La troppa notorietà ha attirato l'attenzione di uno spambot molto potente che si è impossessato del mio blog fruttando una falla nel mio sistema
che era troppo ceap per reggere a un ariete da guerra come quello
Così mio malgrado mi ritrovai tutte la mie serp piene di annuci di vendita e offerte di pilloline blu
Nel vano tentativo di trovare la breccia nel mio codice cominciai a spulciare le migliaia di pagine che avevo online e anche il codice sorgente del mio motore e del template
Fu un impresa titanica fatta tutta a mano leggendo tutte le righe una ad una ma... Non trovai nulla e in preda a uno sconforto profondissimo cominciai a cancellare pagine su pagine. Fino a che non rimase piu nulla e andai offline e... dopo poco persi anche il dominio
Per la rabbia e la frustrazione, di quelle miliaia di pagine bruciate non salvai nulla, ma poco fa mettendo in ordine nel pc ho trovato un vecchio salvataggio semi cancellato con qualche brandello di quel periodo cosi furioso e triste.
Alcune le rimetto online qui sotto

Tue, 03 Jul 2007 12:09:52

Come va la Ktm adventure
A volte bene a volte male
Ma se vi rivolgerete all'assistenza siete proprio sicuri di risolvere i problemi ????
L'organizzazione e l'assistenza ktm in garanzia è molto deficitaria
Avete un problema TENETEVELO
Oppure arrangiatevi
L'organizzazione dell'assistenza KTM a parer mio è molto lontana dagli standard delle sue concorrenti
Quindi ragazzi prima di comprare una moto ktm adventure LC4 625 - 640 - 690
Pensate anche a quei servizi che vi potrebbero mancare dopo l'acquisto
Quello che volevo scrivere in precedenza era molto piu esplicito e forse piu aderente alla cruda realta.
Ma il mio consulente legale mi ha consigliato di addolcire i toni
e di usare degli eufemismi
Purtroppo in Italia lo "stato di diritto" esiste solo per vessare chi è onesto
I probblemi fino ad oggi irrisolti nonostante siano due anni che combatto con il concessionario sono:
IL cerchio ant inadatto al fuori strada si deforma al minimo urto
Ho collezionato gia' 6 grosse deformazioni
Cliccare per ingrandire la foto Perdite olio pompa frizione (difetto risolvibile in assistenza)
La frizione ha uno stacco molto brusco
e non e' modulabile (difetto risolvibile in assistenza)
Blocchetto elettrico sx si allenta
e si muove frequentemente (difetto risolvibile in assistenza)
La moto tira vistosamente a sinistra
molto vistosamente! (difetto risolvibile dalla casa madre)
Vibrazioni motore insostenibili,
mi si addormentano (completamente!) le mani e le terga dopo solo 15 minuti
mai successo con Honda xr 600 ne' con aprilia rx 125 o ktm 350 2T (difetto risolvibile dalla casa madre)
Le pedane posteriori si sfilano da sole e una si è quasi bucata
l'altra l'ho persa! (difetto risolvibile dalla casa madre)
IL comando del gas si e' gia' consumato
e tende a bloccarsi (in accelerazione) se lo sterzo viene sollecitato con forza
durante le sollecitazioni tipiche del fuoristrada (difetto risolvibile in assistenza)
IL positivo della batteria si allenta spesso
con conseguente panne del motore (difetto risolvibile in assistenza)
Filtro aria troppo piccolo
si intasa completamente dopo poco tempo (difetto risolvibile dalla casa madre)
Tutti probblemi gia' segnalati piu' volte anche direttamente alla casa madre

Non ho mai ottenuto un intervento risolutivo


e mi sono dovuto arrangiare da solo e a


MIE SPESE


Questo intervento sarà rimosso solo se verranno risolti i miei guai con la KTM




Sat, 19 May 2007 11:59:18
Quindi aggiornero il blog con molta meno frequenza
moooolta meno frequenza
cerchero, per quel che mi sara’ possibile, di mantenere il sito attivo
ma…. i commenti e gli aiuti per i blogghisti e webbari in genere
verranno sicuramente pubblicati in ritardo
scusatemi per il disguido ma è con molto rammarico che vi saluto
cio cio
:0(



Wed, 16 May 2007 11:04:30

Joe Bar Team

joebarteam joebarteamjoebarteam

joebarteam joebarteamjoebarteamjoe bar




Sun, 15 Apr 2007 11:40:51

Alla fine ci siamo riusciti, ad incontrarci.

Le coppie di motard più belle del mondo si sono riunite in quel di Figline in Toscana, per discutere e affinare l'itinerario da fare per le ferie di agosto. Quindi è deciso se fà se fà. Tre coppie di matti faranno un giretto motociclistico stradale in Marocco per vedere le città più belle di tutta l'Africa del nord. Ci imbarcheremo ad Algeciras(Spagna) per Ceuta in aliscafo.

Le città che avranno l'onore e l'onere di ospitarci saranno Chefchaouen, Fes, Erfoud, Quarzazate, Marrakech, Beni-mellal, Azrou, Meknes, Ceuta, Zagora.

Eppoi vedremo anche

Le gole del Todra e del Dades

Le cascate di Ouzoud.

filgline figline ristorante

La location di Valdarno era stata scelta perchè sulla carta sembrava una citta murata con fortificazioni seicentesce. Ma

Invece delle gloriose mura e del castello è rimasto molto poco quindi è stata una mezza delusione e vabbé l'importante è che abbiamo affinato l'itinerario del Marocco.







Tutte le ex dello ziorso



clicca per ingrandire









La Bibbia del Motociclista

Lo scopo di questa pagine è quello di "rammentare" i principi, i valori e le regole che ogni buon motociclista dovrebbe conoscere e osservare.
Il tutto nello spirito di massima libertà e senza creare "costrizioni" che innegabilmente cozzano con lo spirito motociclistico.
Diciamo che servono per conservare e tramandare quello spirito di fraternità, collaborazione e amicizia che tutti i motociclisti passati, presenti e futuri hanno eletto a propria regola di vita. 1 - Comportamenti su strada.
- Saluta sempre i fratelli motociclisti che incontri per la strada, con un gesto della mano o con un lampeggio isolato.
- Non superare mai in maniera azzardata, specialmente uno sconosciuto.
- Se dietro sopraggiunge uno più veloce lascialo passare, indicando con l'indice della mano sinistra verso terra (non avete mai visto delle corse?).
Se avete problemi allargate una gamba, se vi dovete fermare alzate il braccio sinistro.
- La strada non è un circuito, non rischiare la vita in stupide gare.
- Non hai niente da dimostrare a nessuno: è bello conoscere e stare con fratelli motociclisti, non raccattarli da terra!
- Resta sempre nella tua corsia. Non invadere mai la corsia opposta e ricorda che sulle strade di montagna gli autobus possono impegnare anche più della loro corsia.
- Aiuta sempre un fratello motociclista in difficoltà. Domani potresti essere te ad avere bisogno. E non sperare che si fermino gli automobilisti!
- Segnala sempre con dei gesti o lampeggi ripetuti eventuali pattuglie, posti di controllo e presenze delle forze dell'ordine.
Con i soldi risparmiati dalle multe sarò lieto di offrirti una birra.
- Soccorri sempre un motociclista che ha avuto un incidente, abbi cura di lui e della sua moto.
Trattalo come fosse tuo fratello e fai tutto quello che faresti per lui. Prenditi cura della sua moto come fosse la tua.
- Nei centri abitati rispetta sempre i limiti di velocità: così facendo sarà più facile scorrazzare sui passi senza troppi controlli.
- Non sorpassare mai un altro motociclista in piega all'interno, se scivoli oltre alla figura del pirla puoi trascinare con te chi non ha colpa della tua imbecillità.
- Quando hai un passeggero sii prudente e attento ricordati che ne sei responsabile, se tu ti fai male quasi certamente se ne farà anche lui.
- Ricordati che anche se sei un ottimo motociclista, "la mamma degli imbecilli é sempre incinta":
abbi mille occhi sulla strada, la maggior parte degli incidenti avviene per colpa d'altri. 2 - Comportamenti sociali.
- Una birra e un giro in compagnia non si rifiutano mai.
- La moto è come una donna: prima di toccare o provare una moto altrui chiedine il consenso. Tu faresti cavalcare il tuo partner da uno sconosciuto?
- Non denigrare mai moto, usi e costumi altrui. Ognuno è motociclista a modo suo. In fondo il mondo è bello perché vario!
- Quando c'è la compagnia, km, intemperie e avversità non contano. Il vero motociclista non ha paura di bagnarsi o congelare!
- Quando si parte in compagnia, si torna in compagnia: non lasciare mai un compagno da solo, potrebbe aver bisogno d'aiuto.



La vera storia del saluto tra motociclisti

La vera storia del saluto tra motociclisti Antico gesto che pare risalga al tempo in cui i cavalieri cavalcavano ancora un sol cavallo per volta e in carne ed ossa. La leggenda narra infatti di un cavaliere solitario in sella al suo destriero da non si sa quanti giorni, che percorreva in salita un sentiero di montagna in una tranquilla giornata di sole. In alcuni tratti egli godeva nello spronare il suo cavallo per sentire il vento attraverso le fessure della sua armatura per poi rallentare e godersi i rumori del bosco che attraversava. Intanto più in alto e più in la verso l'orizzonte si scorgevano gia le torri del castello dove era diretto. Al cavaliere gli si illuminarono gli occhi dalla gioia. Quand'ecco scorgere in lontananza ed in direzione contraria la figura di un altro cavaliere che si avvicinava anch'egli felice. Quando i due si incrociarono, quello proveniente dal castello, sollevando la mano destra e con l'indice ed il medio disposti a "V", esclamò: "Mi spiace amico, arrivi 2, la principessa me la son già scopata io!" e si allontanò al galoppo... Ecco quindi come è giunto fino a noi, cavalieri di oggi, il gesto di salutarsi con le classiche dita a "V", poiche quello che non saluta, automaticamente impersonifica il cavalier cornuto...



Comportamento da attuare in attesa dell'arrivo dei soccorsi:

1) Allertare immediatamente il numero di emergenza sanitaria 118
2) Non muovere il motociclista ed evitare che si muova
3) Non tentare di togliere il casco
4) Alzare la visiera del casco e verificare che le vie aeree non siano ostruite cercando di non muovere la testa
5) Valutare lo stato di coscienza e confortare l'infortunato (se cosciente)
6) In caso di pioggia o basse temperature coprire il ferito con teli o giacche
7) Non somministrare acqua o altri liquidi
8) Se possibile posizionare il proprio veicolo prima del ferito in modo da proteggerlo
9) Non usare fiamme libere e non fumare poiche è facile che dalla moto incidentata fuoriesca il carburante
10) In ogni caso attenersi alle indicazioni fornite per telefono dall'operatore del 118.



Come si frena in emergenza in moto

Questo scritto e' un estratto di una lettera inviata ad un iscritto alla mia mailist, che mi chiedeva lumi per risolvere una diatriba sui vari stili della frenata. Ho deciso di inserirla qui perchè penso possa essere utile a molti motociclisti in erba.
Dunque non esiste una ricetta sola Ogni pilota guida come piu si sente sicuro a seconda del suo stile di guida e della moto del momento. IL sistema migliore e' quello che ti permette di compiere un giro di pista nel minor tempo possibile, oppure di portare a casa la pelle dopo un imprevisto improvviso. Quindi ci sono 10°000 stili di guida differenti e 10°000 modi di frenare, tutti ottimi, il migliore e' quello che TU trovi migliore. Le regole generali pero sono poche
l'anteriore e quello che ferma la moto e il posteriore può solo aiutare, mai eccedere ne su ant ne su post se eccedi dietro la moto si intraversa se eccedi davanti la gomma alla fine scivola e parte di lato eee... recuperare un posteriore in sbandata e' abbastanza facile ma un anteriore quando parte si recupera solo dopo che sei caduto quindi scegli tu il male minore.
Bisogna sempre frenare con tutti e due i freni per mantenere la moto stabile e in quasi tutte le condizioni si deve frenare di piu davanti e meno dietro; perchè il trasferimento di carico in frenata fa schiacciare la gomma anteriore che così aumenta la sua aderenza ma per conseguenza la posteriore si solleverà ; e quindi frenando troppo dietro la post si bloccherà e si intraverserà . Ma ! Se eccedi anche davanti allora parte l'anteriore e vai in terra sicuramente. IL posteriore di solito viene usato in ingresso curva per il cosiddetto effetto "timone" si sfrutta per correggere una traiettoria in entrata curva troppo stretta ma queste sono finezze da pista di moto GP e non tutti i piloti sono d'accordo, per esempio Mac Choy per intraversare la sua vecchia 500 da GP non usava mai il freno post ma spingeva sulla pedana opposta alla curva e tirava leggermente il manubrio dalla parte opposta della curva. Ma riusciva solo a lui, Valentino una volta lo ha studiato e seguito in prova per vedere come faceva ed e' finito in terra cercando di imitare il suo stile da funambolo. Quando piove i freni devono essere usati con molta cautela se vai piano usa il post che se parte lo puoi gestire meglio, se parte l'anteriore sul bagnato non lo riprendi piu se invece sul bagnato vai forte frena con l'anteriore ma sempre con molta attenzione modulando lo sforzo alla leva e stando sempre pronto a mollare la stretta al primo accenno di scivolata della gomma. Alla fine di tanti discorsi il sistema migliore è usare il sedere che sulla sella della moto e' il sensore piu sofisticato che un motociclista abbia. Frena al massimo del limite di aderenza delle tue due gomme sia ant che post usa il tuo sedere per sentire quale delle due sta cominciando a scivolare e allenta la pressione sul freno corrispondente

IL sistema migliore e quello che ti porta a casa intero te e la moto eppoi vedrai che con l'esperienza troverai il tuo sistema migliore A forza di cadere l'arte di frenare ti entrerà nelle ossa passando attraverso i punti di sutura ^_^



« Home | Pag. Iniziale »




Un'offerta imperdibile action cam 37€ con stabilizzatore d'immagine

27 febbraio, 2017
Clicca sull'immagire, registrati su gearbest, un sito super sicuro
(io l'ho gia usato molte volte )
non perdere questa occasione limitata nel tempoGearbest action cam



« Home | Pag. Iniziale»